La buona cucina che gratifica i sensi, fa bene al corpo e riconcilia con la vita. Ricette, aneddoti e curiosità.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Orata al cartoccio

IMG_4997

Una ricetta facile per realizzare un piatto eccellente che gratifica il palato ed è perfetto per le diete ipocaloriche.

La cottura “al cartoccio” è l’ideale esaltare il sapore delicato dell’orata e preservarne  le proprietà nutritive.

Per questa ricetta abbiamo utilizzato orate già eviscerate e  squamate. Se, come me, non amate pulire il pesce chiedete al vostro rivenditore di fiducia di farlo per voi. E’ un tipo di servizio che non ha costi aggiuntivi e vi farà risparmiare tempo.

Ingredienti:

  • un’orata di taglia media a persona
  • un’ arancia
  • 1/4 di spicchio d’aglio
  • zenzero frsco o in polvere  q.b.
  • il succo di un limone
  • olio e sale q.b.

Preparazione:

  • Lavate bene il pesce
  • Sbucciate l’arancia e tagliatela a fette di circa un cm di spessore
  • Farcite il ventre dell’orata con l’arancia,  l’aglio e  lo zenzero
  • Preparate un rettangolo di carta stagnola abbastanza grande da contenere e avvolgere l’orata.
  • Adagiate  l’orata nella carta stagnola, chiudete arrotolando le estremità.
  • Trasferite il cartoccio su una piastra bistecchiera, coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti.
  • Girate il cartoccio e continuate la cottura per altri 15 minuti.
  • Lasciate raffreddare.
  • Con delicatezza rimuovete la pelle,  le spine e il condimento.
  • Disponete l’orata in un piatto da portata.
  • Condite con sale, limone e olio.
  • Lasciate riposare almeno un’ora prima di servire.

IMG_4992

Chi l’ha detto che le ricette ‘facile e fresche’ vanno bene solo per l’estate?

A me piace molto, in certe grigie giornate d’inverno,  rallegrare la mia tavola con colori di luce e deliziare il mio palato con sapori contrastanti e armonizzati.

La mia semplicissima insalata di manzo va bene per un pranzo  veloce e leggero o come  antipasto.

Ingredienti:

  • 6 fette di manzo stufato
  • 80 g. di Valerianella
  • 50 g. di parmigiano
  • 20 g  Wellness Mix (mandorle, semi di zucca, albicocche secche)
  • 30 g. carote alla  Julienne
  • sale, olio e aceto balsamico q.b.

Preparazione:

  • Condite la Valerianella e le carote con sale, aceto e olio.
  • Disponete le fette di manzo su un piatto da portata.
  • Adagiate la Valerianella al centro del piatto.
  • Condite con il Wellness Mix.
  • Completate il piatto con le scaglie di parmigiano.

Aspettando Natale

Anche se un po’ in ritardo eccomi qui con alcuni piatti tipici della tradizione pugliese.

Ogni anno trascorriamo il Natale in Puglia dove, per la vigilia di Natale, sono sempre presenti piatti a base di pesce. In queste foto ne mostrerò alcuni: Vol-au-vent farciti con salmone e olive, insalata di polipo, salmone affumicato, frittelline di baccalà, bruschette ai frutti di mare, broccoli al limone e gli immancabili ‘taralli’ tutto, rigorosamente ‘home made’.

Scaloppine ai Funghi

Le scaloppine sono la classica ricetta veloce e sempre di grande effetto. La base è costituita da fettine di  vitello, petto di pollo o  tacchino. Il condimento può essere a base di: funghi, con o senza prosciutto e formaggi, vino biancooppure  marsala o limone,pomodori o panna.

Ingredienti

  • 6 scaloppine di vitello

  • 50 g. di farina

  • 500 gr di funghi misti freschi o surgelati

  • 3 cucchiai di olio di oliva

  • 1 spicchio di aglio

  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco

  • 200 ml di panna

  • sale q.b.

  • pepe q.b.

  • prezzemolo tritato q.b.

  • IMG_7361 (2)

Preparazione

  • Pulite i funghi eliminando la parte terrosa del gambo e lavateli sotto l’acqua corrente per eliminare ogni residuo di terra. Affettate i funghi più grandi e lasciate interi quelli più piccoli.

  • Mondate l’aglio e schiacciatelo.

  • Lavate il prezzemolo e tagliatelo finemente.

  • Mettere 2 cucchiai di olio in un’ampia padella, unite l’aglio e lasciate rosolare a fiamma media per due minuti.

  • Unite i funghi e lasciate cuocere per 5 minuti. Togliete l’aglio, alzate la fiamma e unite il vino. Lasciate evaporare, aggiungete il sale e lasciate cuocere per 10 minuti senza coperchio. A fine cottura regolate il sale, unire il pepe, mescolate bene e togliete dalla fiamma.

  • Togliete i funghi dalla padella, lasciando più condimento possibile, e metteteli da parte.

  • Passate le scaloppine nella farina.

  • Rimettete la padella sulla fiamma e aggiungete un cucchiaio di olio.

  • Cuocete le scloppine, a fiamma vivace, per un paio di minuti per lato.

  • Salate le scaloppine, unite i funghi e la panna.  Coprite e lasciate insaporire per 2 minuti.

  • Servite  subito avendo cura di distribuire il condimento  su ogni scaloppina e di completare con un po’ di prezzemolo. 

Seppioline ripiene

Le seppie ripiene sono  un secondo piatto di pesce molto diffuso perché  semplice da preparare  e decisamente gustoso. Con il sugo o in bianco, al forno o stufate,  il risultato è sempre ottimo. Gli ingredienti usati per il ripieno cambiano da regione a regione, difficile dire quale sia la ricetta migliore… non resta che provarle tutte e poi scegliere :).

Questa è la mia ricetta…

gita 2014 347 (2)

Ingredienti:

  • 8 seppioline
  • 3 cucchiai Olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di mollica di pane raffermo
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 cucchiaio di olive
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 1 mestolo di brodo vegetale
  • sale e pepe q.b.

Pulire le seppioline  eliminando le interiora con la vescichetta dell’inchiostro, l’osso, l’occhio e la pelle. Lavatele   sotto l’acqua corrente.

Tritate i  tentacoli. Sbucciate l’aglio,  lavate il prezzemolo e tritateli insieme. Tritate i capperi e le olive.

In una scodella amalgamate l’aglio il prezzemolo, i capperi, le olive, i tentacoli tritati e il pane raffermo. Condite con sale e pepe, mescolate bene e lasciate riposare 5 minui. Riempite le seppioline con il composto preparato e chiudetele con uno stuzzicadenti.

Versate l’olio in  una padella ampia e disponete le seppioline. Fate insaporire a fiamma bassa e   dopo qualche istante sfumate con il vino. Alzate la fiamma e lasciatelo evaporare.  Unite il brodo tiepido, coprite e lasciate cuocere per 15 minuti a fiamma bassa, girando le seppioline di tanto in tanto.  

Le seppioline saranno pronte quando diventeranno tenere da poter essere attraversate da uno stuzzicadenti.

Spegnete e servite con il sughetto di cottura.

Teglia di polpette e patate

Le polpette sono semplici da preparare ed estremamente versatili perché si prestano a numerose varianti: sugo con le polpette, polpette fritte, in brodo, con varie salse e al forno.

Anche per quanto riguarda gli ingredienti offrono una certa gamma di sapori e  di consistenze a seconda degli ingredienti usati.

Le polpette che ho realizzato in questa ricetta contengono gli ingredienti base: carne di vitello, formaggio grattugiato, uova, prezzemolo, aglio, sale, pepe, pan grattato.

IMG_6833 (2)

Ingredienti:

250 g di  carne di vitello macinata

2 uova

2 cucchiai di pecorino

2 cucchiai di parmigiano

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

1 spicchio d’aglio tritato

2 cucchiai di olio di oliva

3 patate di media grandezza

mezzo peperone, tagliato a piccoli pezzi

2 rametti di rosmarino

3 cucchiai di pan grattato

sale e pepe q.b

 

In una scodella battete le uova, unite i formaggi, il prezzemolo, l’aglio, il sale, il pepe e mescolate bene. Con il composto preparato formate delle polpette tonde di circa 3 cm di diametro. Disponete il pan grattato su un piccolo vassoio. Rotolate  le polpette  nel pangrattato.

Sbucciate le patate, lavatele,  tagliatele a piccoli pezzi e conditele col sale e un cucchiaio d’olio. Unite i peperoni  e mescolate bene.

Preparate una teglia da forno e irrorate il fondo con 1/2 cucchiaio di olio. Disponete le patate, i peperoni e le polpette nella teglia. Accendete il forno.

Condite con il rosmarino, un po’ del pan grattato avanzato, e il resto dell’olio. Infornate e lasciate cuocere per circa 30 minuti a 200°.

 

 

ViaggieFoto

come può un viaggio cambiarti la vita?

Coinquilini in Cucina

"Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene." Virginia Woolf

goingwiththefowofenergy

Natural Mystical Finds

minding the mend

thoughts on mending